Avviso del 28/11/2022

Si comunica che la seduta pubblica per l’apertura delle offerte pervenute è fissata il giorno mercoledì 30 novembre 2022 ore 14:00 presso il Foody Business Center – primo piano Palazzo Affari, via C. Lombroso 54.

 

Bando

All.-n.1_Planimetria

All.-n.2 Schede-tecniche

All.-n.3_Modulo-domanda-partecipazione

All.-n.4_Modulo-autodichiarazioni

All.-n.5-Modulo-offerta-economica

All.-n.6 Bozza Regolamento-di-Comprensorio

Avviso di differimento termini

QUESITO N. 1:
Con riferimento al “Bando per l’assegnazione in concessione di unità immobiliari presso
l’edificio Frigomercato all’interno dell’area del mercato ortofrutticolo”, con la presente, a
nome delle società che operano con attività logistico-produttive e che sono locatarie delle
unità presenti all’interno del corridoio B del Fabbricato Frigorifero, si chiede se sia possibile
partecipare al suddetto bando in qualità di ATI (Associazione Temporanea di Imprese) per
l’assegnazione in locazione delle unità immobiliari oggetto del bando.

RISPOSTA N. 1:
Non è ammessa la partecipazione al Bando in forma di Associazione Temporanea di Imprese.
Per ciascuna delle 4 Unità oggetto del Bando è invece consentita la presentazione di una
domanda di partecipazione a firma congiunta da parte di più operatori, ciascuno avente titolo
alla partecipazione al Bando. In caso di aggiudicazione saranno definite più compiutamente la
forma e le condizioni dell’assegnazione.

QUESITO N. 2:
Chiediamo altresì se ci possa essere la possibilità di sublocazione da parte di un assegnatario
degli spazi e se l’eventuale sublocazione permetta il normale svolgimento delle attività
logistico produttive.

RISPOSTA N. 2:
La subconcessione (non sublocazione) non è ammessa in quanto la concessione degli spazi non
può essere ceduta né sub-assegnata neppure in parte.

QUESITO N. 3:
Chiediamo la disponibilità dell’ingresso e di uscita con il sistema delle tessere.

RISPOSTA N. 3:
Il rilascio della tessera (TIA) per accedere al Comprensorio Mercato Agroalimentare Milano
(CMAM) avviene secondo le modalità previste dal vigente Regolamento di Tesseramento.

QUESITO N. 4:
· nell’ipotesi di partecipazione al bando da parte di 2 operatori per un’unica Unità
immobiliare, con firma congiunta sulla relativa domanda, con conseguente
aggiudicazione da parte di SOGEMI, il relativo contratto di concessione con quest’ultima
dovrà essere sottoscritto da ciascuno dei due operatori singolarmente?

RISPOSTA N. 4:
I firmatari del/i contratto/i saranno definiti al momento della sottoscrizione del/i
contratto/i, in base alla configurazione giuridica dei soggetti contraenti.

QUESITO N. 5:
· con riguardo alla risposta SOGEMI al quesito in discussione si apprende, come sopra
detto, che “é consentita la partecipazione a firma congiunta da parte di più operatori”. Si
chiede se con riguardo all’offerta economica — art. 5 — busta B) anche l’offerta
economica dovrà essere redatta a firma congiunta. Ciò tenuto conto che nulla é stato
specificato da SOGEMI al riguardo.

RISPOSTA N. 5:
Si conferma che anche l’offerta economica come tutta la documentazione prevista nel
bando dovrà essere a firmata congiuntamente.

QUESITO N. 6:
· cosa si intende precisamente con l’espressione da Voi utilizzata nella suddetta risposta n.
1, di seguito riportata:
“in caso di aggiudicazione saranno definite più compiutamente la forma e le condizioni
dell’assegnazione”?
Si chiede altresì di conoscere se, non essendo prevista nel Bando una compiuta
definizione ex ante delle forme e delle condizioni dell’assegnazione, sulla base del
principio della esatta conoscenza delle regole anteriormente alla partecipazione del
Bando, le stesse saranno definite ex post congiuntamente tra le Parti?

RISPOSTA N. 6:
Solo in caso di presentazione di una domanda congiunta, in fase di stipula, sarà definito il
regime giuridico del rapporto contrattuale con i vari contraenti.
La forma e le condizioni contrattuali sono quelle indicate nel bando e saranno soggette a
precisazioni nel contratto.

QUESITO N. 7:
· Con riguardo all’assegno circolare di importo pari ad Euro 10.000 da presentare, sulla
base delle regole del bando, a titolo di garanzia della serietà dell’offerta —di cui all’art. 5,
busta A, punto 2, “Cauzione provvisoria” — nell’ipotesi di partecipazione congiunta di 2
operatori, da Voi consentita ai sensi della risposta al quesito 1, si formula richiesta di
conoscere chi deve presentare l’assegno circolare?
Pin precisamente si chiede se é previsto che 1’assegno sia intestato ad uno solo dei 2
operatori che presentano l’offerta a firma congiunta o se entrambi gli operatori devono
presentare un assegno, si presume, di euro 5000 ciascuno.

RISPOSTA N. 7:
In caso di domanda di partecipazione congiunta è prevista la possibilità di presentare più
assegni circolari fino alla concorrenza dell’importo totale pattuito (€ 10.000,00) con
l’avviso che tale importo dovrà rimanere invariato con obbligatorietà solidale al
mantenimento della garanzia da parte di tutti gli offerenti.

QUESITO N. 8:
· Con riguardo alla infrastruttura “edificio FRIGOMERCATO” — piano terra — così come
identificato nella planimetria allegata (allegato 1) al Bando in questione si formula il
seguente quesito.
Tenuto conto che per l’edificio oggetto del presente bando era prevista, come in più
occasioni comunicato da SOGEMI, una sua completa demolizione, preso atto di questo
cambiamento di volontà da parte dell’Ente gestore, si chiede di avere contezza in merito
alla conformità dell’infrastruttura alle normative vigenti e al collaudo strutturale della
medesima o a progetti di restauro conservativo previsti quali manutenzione straordinaria.
Ciò anche alla luce della significativa durata del contratto di cui all’art. 2, “Durata del
contratto di concessione”, pari ad anni 6, con riserva di una valutazione da parte di
SOGEMI di una proroga alla scadenza del termine dei 6 anni.

RISPOSTA N. 8:
In questo momento l’edificio è coperto da Certificazione di Idoneità Statica.

QUESITO N. 9:
· Con riferimento al Regolamento di comprensorio (allegato n. 6 al presente bando), si
apprende da quanto esplicitato a pag. 6 del bando in questione, “Bozza di Regolamento di
comprensorio”, che il presente documento non risulta essere definitivo bensì solo una
bozza.
A pag. 1 del Bando si apprende che “i succitati spazi rientrano nell’ambito logisticoproduttivo,
cosi come definito dal Regolamento di Comprensorio…”.
Tenuto conto che al fine di una partecipazione consapevole ad un bando ad evidenza
pubblica debbono essere note, non ex post bensì ex ante, le regole di partecipazione e di
esatta definizione della regolamentazione delle attività consentite e delle disposizioni
applicabili all’area in questione — logistica produttiva – si chiede come si conciliano i
principi generali sopra riportati con l’allegata bozza di un documento suscettibile di
modificazioni.
Si evidenzia infatti che nel testo non viene infatti riportata nessun riferimento alla
pubblicazione sul BURL.
Quale valore ha un documento successivo se difforme rispetto a quello allegato nel
presente bando, non conosciuto alla data di partecipazione?

RISPOSTA N. 9:
Il documento “Bozza di Regolamento di Comprensorio” ha valore programmatico e
assumerà carattere obbligatorio entro la data di stipula dei contratti di concessione delle
unità immobiliari messe a bando.

CHIARIMENTO  N. 1:
Con riferimento al quesito n°2, si chiarisce che il Concessionario aggiudicatario delle unità
immobiliari messe a bando avrà facoltà di stringere rapporti commerciali con altre società
e quindi di concedere spazi attraverso contratti di servizi, ma non contratti di
sublocazione o sub concessione.

CHIARIMENTO N. 2:
I contratti di Concessione conterranno come da modelli standard societari la facoltà di
recesso dell’intera unità immobiliare da parte del concessionario con preavviso di almeno
6 mesi.

 

I commenti sono disabilitati.