SI RENDE NOTO CHE LA SOCIETA’, AL FINE DI FAVORIRE LA PIU’ AMPIA PARTECIPAZIONE DI POTENZIALI SOGGETTI INTERESSATI ALLA CONCESSIONE DELL’AREA LOGISTICA E PRODUTTIVA AGROALIMENTARE, SI E’ DETERMINATA A PROROGARE IL TERMINE PER LA PRESENTAZIONE DI EVENTUALI MANIFESTAZIONE DI INTERESSE ALLA DATA DEL 31 OTTOBRE 2017.

ALLA LUCE DI QUANTO SOPRA IL TERMINE DI CUI AL PUNTO 11 (SOPRALLUOGHI E RICHIESTE DI CHIARIMENTI) DELL’AVVISO E’ FISSATO AL 23 OTTOBRE 2017.

QUESITO 1.

1.1 Convenzione con il Comune di Milano del 27 maggio 1980 ed eventuali ulteriori atti e/o integrazioni che definiscano le attività ammesse e la compatibilità con il Mercato Agroalimentare.

1.2 Regolamento di funzionamento delle attività di Comprensorio.

1.3 Definizione degli oneri comprensoriali addebitati all’area in oggetto e all’erigendo immobile.

1.4 Descrizione del sistema di accessibilità all’area: nello specifico, sono previsti ulteriori accessi oltre a quello in corrispondenza del sottopassaggio (via Lombroso 97) ? E’ prevista un’accessibilità dedicata o condivisa attraverso gli accessi Sogemi?

1.5 Inoltre, con riferimento al format di Manifestazione d’interesse (ed in particolar modo alle dichiarazioni previste a pag. 2 del modello allegato), Vi chiedo di precisare se sono ammesse manifestazioni d’interesse anche da società immobiliari specializzate nella realizzazione di immobili produttivi e logistici e che intendono realizzare un immobile da destinarsi alla filiera agroalimentare, oppure solamente società che nella relativa iscrizione di camera di commercio prevedano l’attività agroalimentare?

RISPOSTA 1

1.1  La Convenzione con il Comune di Milano del 27 maggio 1980 è scaricabile dal seguente link https://www.sogemispa.it/wp-content/uploads/2015/01/8-convenzionesogemi_comunemilano.pdf

Non vi sono allo stato attuale, ulteriori atti/integrazioni che definiscano le attività ammesse e la compatibilità con il Mercato Agroalimentare.

1.2  Il Regolamento di Comprensorio sarà reso noto in occasione della fase successiva della procedura.

1.3  L’indicazione degli oneri comprensoriali saranno resi noti in occasione della fase successiva della procedura.

1.4 L’attuale comprensorio prevede già un sistema di varchi per accedere all’area che tuttavia potrà essere implementato ove il Progetto lo richiedesse.

1.5 E’ ammessa la partecipazione alla procedura a qualsiasi società purchè l’immobile realizzato sia destinato ad attività logistica e produttiva agroalimentare e conforme con l’attività del comprensorio del Mercato Agroalimentare di Milano.

PRECISAZIONE

Si precisa altresì che la presentazione delle manifestazioni di interesse è condizione necessaria per accedere al successivo confronto competitivo (pag. 6, punto 7 dell’Avviso).

Termini e contenuti delle Manifestazioni di interesse non rappresentano un impegno vincolante.

Sogemi Spa provvederà a specificare meglio termini e condizioni delle offerte di cui alla fase successiva nella Lettera di Invito.

QUESITO 2

2.1 Quali sono i vincoli per i manifestanti interesse? Quali termini saranno oggetto di ulteriori revisioni nella successiva fase di confronto competitivo?
L’ultimo paragrafo del punto “7. Procedura” dell’Avviso pubblicato dichiara che la comunicazione “non costituisce offerta ex art. 1336 c.c., né gara per l’affidamento”, mentre l’ultimo paragrafo del punto “9. Termini e modalità di presentazione delle manifestazioni di interesse” indica che la manifestazione è non revocabile e vincolante per 180 giorni.
2.2 Qual è la data prevista per la firma e la decorrenza del contratto? Si prevede la firma nel 2018 o nel 2019?
2.3 Con riferimento al punto 2, da quali anni dovranno essere corrisposti i contributi indicati in Manifestazione di Interesse? In particolare, il versamento della prima rata del canone annuo è previsto in coincidenza con il pagamento del corrispettivo unico iniziale o a partire dall’anno successivo?
2.4 Come si concilia la durata prevista per la concessione oggetto del presente avviso (scadenza 2060) con la durata della vigente concessione affidata a SOGEMI dal Comune di Milano (60 anni a partire dal 1980, ovvero scadenza 2040)? È già stata prevista una estensione della seconda per ulteriori 20 anni?
2.5 Con riferimento ad eventuali oneri di bonifica, qual è il confine fra oneri a carico dell’Assegnataria e oneri a capo di Sogemi? Dai documenti disponibili evinciamo che sono a carico dell’Assegnataria solo gli interventi sui manufatti sopra terra e la bonifica legata ad eventuali eventi bellici, mentre tutto il resto delle indagini e bonifiche rimane a carico di Sogemi. Lo confermate?
2.6 È possibile stimare un valore indicativo degli oneri comprensoriali che Sogemi addebiterà per l’intera durata della concessione?
2.7 Quali regole vigeranno all’interno dell’area oggetto di concessione? In quale misura le modalità di gestione saranno omogenee a quelle oggi applicate nei Mercati Agroalimentari esistenti? In particolare:
a) Gli orari di apertura potranno essere differenti rispetto a quelli delle altre aree dei Mercati?
b) All’interno degli spazi realizzati potrà operare qualunque fornitore di servizi sul mercato o solamente società preventivamente autorizzate?
c) Saranno applicati vincoli particolari all’Assegnataria in merito alla sottoscrizione di contratti di servizio verso imprese operanti nel commercio ortofrutticolo?
d) Saranno applicati vincoli particolari agli operatori economici che intenderanno usufruire degli spazi offerti dall’Assegnataria per svolgere attività di compravendita di ortofrutta?
2.8 Quali modalità di gestione degli accessi saranno applicate?
a) È prevista l’autonomia nell’accesso all’area rispetto agli accessi Sogemi?
b) L’area fornita in concessione potrà essere fisicamente segregata da una recinzione o gli spazi saranno condivisi con gli adiacenti Mercati (es. Mercato Ittico)?
c) Sarà richiesta l’edificazione e la gestione operativa di una guardiania a spese dell’Assegnataria?
2.9 Esistono vincoli minimi sulla SLP da realizzare negli spazi oggetto di concessione? La nostra ipotesi è di sviluppare circa 9.000 – 10.000 mq di SLP

RISPOSTA 2

2.1 Come indicato nella sezione “Precisazione”, termini e contenuti delle Manifestazioni di interesse non rappresentano un impegno vincolante. Sogemi Spa provvederà a specificare meglio termini e condizioni delle offerte di cui alla fase successiva nella Lettera di Invito che espliciterà i pesi attribuiti a tutti gli elementi di valutazione delle offerte. La presentazione dell’offerta è da intendersi vincolante solo per accedere alla fase successiva.

2.2 L’avvio della successiva fase della procedura avverrà nel corso del prossimo trimestre e l’aggiudicazione nel corso dell’anno 2018.

2.3 Il temine di corresponsione dei corrispettivi indicati in Manifestazione di interesse indicativamente è:

a) all’atto della sottoscrizione del contratto il versamento del corrispettivo unico iniziale

b) nella Lettera di Invito saranno fornite indicazioni specifiche per il versamento del canone annuo.

2.4 Il Consiglio Comunale di Milano, con Delibera n. 52/2010, ha esteso sino al 2060 il diritto di superficie sulle aree oggetto della vigente Convenzione Sogemi Spa-Comune di Milano.

2.5 Come evidenziato al punto 10), le indagini preliminari, finalizzate ad accertare la presenza di eventuali passività ambientali nel sottosuolo sulle aree oggetto di concessione del diritto di superficie, restano in capo a Sogemi così come gli eventuali oneri ed attività di bonifica ambientale previsti dalla normativa vigente. Come riportato al punto 5), restano in capo all’Assegnataria i costi di eventuale bonifica bellica così come l’eventuale bonifica sui manufatti esistenti.

2.6 L’indicazione degli oneri comprensoriali sarà resa nota in occasione della fase successiva della procedura.

2.7 Il Regolamento di Comprensorio sarà reso noto in occasione della fase successiva della procedura.

2.8 L’attuale comprensorio prevede già un sistema di varchi per accedere all’area che tuttavia potrà essere implementato ove il Progetto lo richiedesse.

2.9 Non esistono vincoli minimi sulla SLP da realizzare negli spazi oggetto di concessione.

QUESITO 3

Per un eventuale soggetto assegnatario “non operatore di mercato”:

a) Sarà possibile concedere in locazione o sub-concessione l’immobile senza limitazioni, se non i requisiti soggettivi previsti dalla Manifestazione d’interesse e il vincolo di destinazione d’uso in favore di attività del settore agroalimentare compatibili con le attività del Mercato?

b) Sono previste prelazioni, autorizzazioni o procedure cui attenersi per la  locazione o sub-concessione sopra descritta ?

RISPOSTA 3

a) L’immobile potrà essere sub-concesso a terzi fatto salvo l’obbligo di comunicare i nominativi dei subconcessionari a Sogemi Spa per la verifica del requisiti soggettivi previsti dal D. Lgs. 26 marzo 2010, n. 59, art. 71, commi 1, 3, 4, 5 ed il rispetto del vincolo di destinazione d’uso previsto dall’Avviso.

b) Non sono previste prelazioni, autorizzazioni o procedure a cui attenersi per la locazione o subconcessione dell’immobile.

QUESITO 4

4.1 Le spese di demolizione sono obbligatoriamente a carico dell’assegnatario oppure l’ente si impegna a fornire l’area libera da ogni manufatto e si assume ogni responsabilità in merito al sottosuolo?
4.2 In considerazione dei tempi ristretti la manifestazione di interesse può essere presentata anche in assenza di un progetto di massima?

RISPOSTA 4

4.1 Come specificato al punto 3 dell’Avviso, i costi di demolizione degli edifici che insistono sull’area saranno interamente a carico dell’Assegnatario. Sogemi, come previsto al punto 10, si impegna a svolgere le indagini ambientali preliminari finalizzate ad accertare la presenza di eventuali passività ambientali sostenendo gli eventuali oneri ed attività di bonifica previsti dalla vigente normativa.

4.2 Unitamente alla Manifestazione di interesse, i soggetti interessati dovranno presentare un progetto di massima con le specifiche contenute al punto 7 dell’Avviso.

QUESITO 5

5.1 Dovranno essere pagati gli Oneri di nuova edificazione e il Contributo commisurato al costo di costruzione, oppure l’area è soggetta a convenzioni con il Comune che consentono di non pagare tali oneri in toto oppure in parte?

RISPOSTA 5

5.1 Non dovranno essere pagati né oneri di nuova edificazione né contributo commisurato al costo di costruzione in quanto area assoggettata a Convenzionamento e al Piano dei Servizi.

 

AVVISO.pdf

ALLEGATO-1.pdf

ALLEGATO-2.pdf

ALLEGATO-3.pdf

ALLEGATO-4.pdf

I commenti sono disabilitati.