OGGETTO APPALTO

Servizi di pulizia ed igienizzazione delle aree e delle strutture di seguito indicate:

–  tutte le aree scoperte e coperte site in via Lombroso 95;

– 13 blocchi di servizi igienici siti nel mercato ortofrutticolo oltre alle superfici comuni coperte dei padiglioni A-B-C-D.

Tali servizi dovranno essere svolti in osservanza delle disposizioni del capitolato d’appalto, delle vigenti norme in materia d’igiene e sanità e degli accordi sindacali nazionali e provinciali.

Si comunica che la gara per  l’affidamento del servizio di pulizia di aree ed edifici siti in via Lombroso 95 e dei servizi igienici del Mercato Ortofrutticolo. (C.I.G. N. 563980959D) è stata assegnata, in data odierna, in via definitiva alla società SE.G.I. Srl come da graduatoria allegata.

GRADUATORIA FINALE DELLA GARA (Formato PDF)

AVVISI:

In data 25 marzo 2014 sono state pubblicate sul sito alcune planimetrie oggetto del bando ad integrazione di quelle presenti. Si invitano i partecipanti alla procedura di gara a verificarne la completezza.

  

Per ogni informazione concernente il personale attualmente impiegato per l’esecuzione dei servizi oggetto del presente appalto si indicano di seguito i dati degli attuali appaltatori :

          NEW GHIBLI S.r.l. Via Domodossola, 14 20145 – MILANO (pulizie Mercati Ittico-Fiori);

          SCALA ENTERPRISE S.r.l. Via Trieste n.13, 81020 S. Nicola la Strada (CE)  (pulizie servizi igienici Mercato Ortofrutticolo).

DOMANDA1: Lo scrivente CONSORZIO EUROPEO LAVORO E AMBIENTE, in qualità di Consorzio, in caso di aggiudicazione del servizio, affiderebbe il servizio alla propria consorziata MUTUA AUTO GESTIONE LOGISTICA DEL VENETO: è da intendersi subappalto?

RISPOSTA1: Le richieste di chiarimento vertono sul contenuto dei documenti di gara. La Stazione appaltante non è tenuta a riscontrare richieste vertenti sulla forma giuridica del soggetto concorrente e sulle modalità/forme che quest’ultimo intende adottare per partecipare alla procedura in discorso.

DOMANDA2: con la presente sono a richiedere se per il bando sopra citato è possibile partecipare in subappalto e quali allegati vanno preparati anche dalla società subappaltice.
RISPOSTA2: E’ ammesso il subappalto nei termini di legge. In sede di partecipazione è sufficiente indicare l’intenzione di avvalersi dell’istituto del subappalto, compilando l’apposito modulo allegato al bando di gara.Non sono richiesti ulteriori documenti.

DOMANDA3: non troviamo sul sito le schede “interventi e cadenze” di cui al capitolato tecnico.

RISPOSTA3:.dalla pagina 23 alla pagina 27 del capitolato tecnico sono indicate le tabelle denominate “interventi e cadenze” che specificano la tipologia di intervento con le relative periodicità.

Domanda4: con riferimento a quanto da Voi riportato sul Vs. sito,  per la richiesta di informazioni concernente il personale attualmente impiegato per l’esecuzione dei servizi oggetto dell’ appalto, abbiamo inviato richiesta scritta alle seguenti società:

  • NEW GHIBLI S.r.l. Via Domodossola, 14 20145 – MILANO (pulizie Mercati Ittico-Fiori); 
  • SCALA ENTERPRISE S.r.l. Via Trieste n.13, 81020 S. Nicola la Strada (CE)  (pulizie servizi igienici Mercato Ortofrutticolo).

La prima non ha dato risposta, la seconda ha risposto che non si occupano loro del servizio.
Potreste cortesemente comunicarci dei riferimenti?

Risposta4: come indicato nei documenti di gara, nonchè sul sito di Sogemi Spa, si conferma che la Società New Ghibli Srl si occupa del servizio di pulizia presso i Mercati Ittico e Fiori, mentre la Società Scala Enterprise Srl si occupa della pulizia dei servizi igienici del Mercato Ortofrutticolo all’Ingrosso di Milano.
Le richieste circa personale impiegato, loro rispettivo inquadramento o altre informazioni dovranno essere rivolte al soggetto deputato a svolgere il servizio per il quale è formulata la domanda.

DOMANDA5: La presente per segnalare nuovamente che abbiamo contattato direttamente le Società da Voi segnalate per le informazioni concernente il personale attualmente impiegato per l’esecuzione dei servizi oggetto dell’ appalto ed la Società SCALA ENTERPRISE S.r.l. Via Trieste n.13, 81020 S. Nicola la Strada (CE),  al contrario di quanto riportato da Voi nella Vs. risposta al quesito, ci ha risposto che non si occupano più del servizio pulizia dei servizi  igienici Mercato Ortofrutticolo e citiamo il loro testo: “E’ con colpevole ritardo che vi rispondo, per cui mi scuso, ma devo comunicarVi che già dal mese di dicembre 2013 la scrivente società NON è più la ditta che esegue i lavori di cui alla vs. richiesta.

RISPOSTA5: Si conferma che la società SCALA ENTERPRISE S.r.l. è titolare del servizio di pulizia dei servizi igienici del Mercato Ortofrutticolo. Abbiamo stamani contattato il referente sig.ra Paola Pagliuca che ci ha comunicato che entro la giornata del 9 aprile 2014 provvederanno a fornirvi i dati richiesti. Indichiamo i riferimenti telefonici 0823454013/3355694866.

DOMANDA6: all’interno del bando integrale di gara a pagina 1 si dichiara che il bando ha una durata di 24 mesi, ma poche righe sotto viene indicato l’importo a base d’asta relativo al triennio, e anche l’importo relativo agli oneri di sicurezza valgono per un triennio. Qual è il periodo giusto da tenere conto: due anni o tre anni?

RISPOSTA6: La durata dell’appalto come disciplinato al paragrafo “durata dell’appalto” di cui al bando di gara integrale è di mesi 24. La Stazione appaltante si riserva tuttavia la facoltà, al fine di garantire la continuità  del servizio, di prorogare il contratto per un ulteriore periodo sino ad un massimo di 12 mesi.

QUESITO7: In riferimento al bando di gara  specificato in oggetto, stante l’obbligo per l’impresa subentrante in un contratto d’appalto di assumere il personale che l’impresa uscente non riconfermerà nel proprio organico (art. 4 C.C.N.L. Imprese di pulizia e servizi integrati – multiservizi, – Cessazione d’appalto), siamo con la presente a richiederVi,  per il servizio di pulizia dei locali in oggetto, il nominativo dell’impresa che attualmente gestisce il servizio, l’attuale organico dei dipendenti utilizzati, quale C.C.N.L. venga attualmente applicato nei loro confronti, la relativa qualifica e il monte ore settimanale svolto. 

Relativamente agli adempimenti obbligatori per l’impresa subentrante, disciplinati dalla medesima norma, siamo inoltre a richiedervi se rispetto all’appalto cessante vi siano modificazioni di termini, modalità e prestazioni contrattuali.  

RISPOSTA7: Come già specificato nel bando di gara, nonché ribadito nel chiarimento n. 4, eventuali quesiti afferenti l’attuale organico impiegato, al C.C.N.L. applicato, alla relativa qualifica e monte ore settimanali svolto, sono da inoltrare alle imprese che svolgono i rispettivi servizi. 

Quanto alle modalità e ai termini delle prestazioni contrattuali, segnaliamo che non vi sono stata sostanziali variazioni.

DOMANDA8: in relazione alla gara in oggetto e precisamente ai requisiti minimi di partecipazione, si chiede di sapere se una società che raggiunge il fatturato richiesto per lavori resi presso uffici di Pubbliche Amministrazioni e aziende private può essere considerata ammissibile. Si chiede quindi di sapere se tali servizi sono considerati “analoghi alle prestazioni oggetto di gara” seppure non siano state emesse fatture per le pulizie specifiche di aree mercatali.

RISPOSTA8: il concorrente può essere considerato ammissibile se “i lavori” svolti presso gli uffici delle Pubbliche Amministrazioni ed aziende private sono analoghi a quelli oggetto della gara in discorso. Per analoghe si intendono le prestazioni simili che, pur discostandosi da quanto richiesto dalle stazioni appaltanti, siano comunque idonee a pervenire, ancorché tramite diverse modalità operative, allo stesso risultato finale.

DOMANDA9: In riferimento a quanto in oggetto, segnaliamo che il modello di dichiarazione sostitutiva di cui al punto 5 del bando integrale di gara, da voi predisposto, riporta, nella seconda pagina (pag.28) che il requisito minimo da possedere è di 30 dipendenti, in contrasto con quanto enunciato dal bando integrale di gara (20 dipendenti).

 

RISPOSTA9: Vige l’indicazione del bando integrale di gara. Pertanto il concorrente dovrà, a pena di esclusione, dichiarare di avere avuto nel medesimo triennio di attività (2011-2012-2013) un numero medio annuo dei dipendenti, esclusi gli amministrativi, non inferiore a  20 unità evidenziabili dal libro unico o da altro documento probatorio valido.

DOMANDA10: Nel capitolato di appalto schede interventi e cadenze – Palazzina Servizi – viene specificato che le attività sono a richiesta.

Poiché dette attività se pur a richiesta devono comunque essere quotate nell’offerta economica siamo a richiedervi le cadenze delle attività stesse.

RISPOSTA10: Tali attività non hanno una cadenza prestabilita, ma vengono richieste ogni volta che si ritenga necessario l’intervento. Non possiamo pertanto indicare una periodicità, tuttavia si rileva che durante il precedente appalto, fatta salva la pulizia della cella frigorifera Asl,  non si è reso necessario prevedere interventi presso i locali e spazi di cui al paragrafo “Palazzina Servizi – Guardiola” della sezione “Interventi e cadenze”.           

DOMANDA11: Nel capitolato di appalto si fa riferimento al Padiglione Blu e al Padiglione verde, mentre non troviamo riscontro di detti padiglioni nelle planimetrie allegate ai documenti di gara

RISPOSTA11: Il padiglione blu si riferisce al mercato ittico (evidenziato in colore arancio nella planimetria generale e denominato “ Area Mercato Ittico”) mentre il padiglione verde si riferisce al mercato fiori/avicunicolo (evidenziato nella planimetria generale in colore verde  e denominato Nuovo Mercato avicunicolo/Area Mercato Floricolo).

DOMANDA 12: Con riferimento alla pulizia dei Mercati Ittico e Floricolo si chiede di conoscere il monte ore relativo al contratto d’appalto in essere.

RISPOSTA12: La tabella sotto riportata illustra il monte ore riferito alcontratto vigente con New Ghibli Srl (pulizia mercati ittico e fiori) e non al nuovo appalto per il quale ciascun concorrente dovrà individuare la forza lavoro sulla base delle richieste della Stazione Appaltante e della propria organizzazione. Il monte ore per il presidio e la pulizia dei servizi igienici del Mercato Ortofrutticolo andrà chiesto alla società Scala Enterprise Srl ai riferimenti di cui alla risposta 5.

OPERATORE

LIVELLO

MONTE ORE SETTIMANALE

DISTRIBUZIONE ORARIO

A

40

7×5 + 5

B

36

6+8+3+8+3+8

C

6

1×6

D

40

7×5 + 5

E

40

7×5 + 5

F

40

7×5 + 5

G

40

7×5 + 5

H

40

7×5 + 5

I

40

7×5 + 5

L

20

3×6

M

20

3×6

N

20

4X5

DOMANDA13: In riferimento alla gara di appalto in oggetto, con la presente sono a richiedere informazioni in merito all’importo della fidejussione, ovvero, nella prima pagina del bando viene indicato come importo base dell’appalto € 1.837.185,60 e come oneri per la sicurezza € 21.240,00 + iva ovvero €25912,80.
A pagina 8 paragrafo 6 viene indicato che l’importo della fidejussione deve essere il 2% dell importo base (e fino a qui tutto ok) oltre agli oneri di sicurezza di € 37169,00 ( e qui sorge il problema…qual’è l’importo degli oneri di sicurezza??quelli indicati a pagina 1 o pagina 8?)

 

RISPOSTA13: Il valore di €uro 37.169,00 di cui al paragrafo 6 pagina 8 si riferisce all’importo per il quale dovrà essere costituita la cauzione provvisoria richiesta. Nessun riferimento è contenuto in tale paragrafo al valore degli oneri per la sicurezza confermato in €uro 21.240,00.

 

DOMANDA14: Il valore dell’importo dell’appalto è relativo a tre anni mentre l’aggiudicazione dell’appalto è di soli due anni, come mai questa differenza?

 

RISPOSTA14: Il valore dell’appalto è riferito ai tre anni in quanto come esplicitato nel paragrafo “DURATA APPALTO” di pag. 1 “L’appalto avrà una durata di mesi 24 con facoltà per la Stazione Appaltante, al fine di garantire la continuità del servizio nelle more del reperimento di un nuovo contraente, di prorogare il contratto per un ulteriore periodo sino ad un massimo di 12 mesi”.

Si conferma che la durata del contratto è pari ad anni due.

DOMANDA15: Con la presente siamo a chiederVi se sia obbligatorio il possesso della certificazione di qualità conforme alle norme europee della serie UNI EN ISO 9000; UNI CEI EN 45000 ed UNI CEI EN ISO/IEC 17000, per la gara d’appalto relativa ai servizi di pulizia delle aree ed edifici siti in via Lombroso n.95.  

RISPOSTA15: Ai fini della partecipazione alla procedura di gara in discorso, il concorrente dovrà essere in possesso dei requisiti tutti richiesti dal Bando integrale di gara; in particolare si segnalano le previsioni di cui al punto 5 della sezione “DOCUMENTI”.

DOMANDA 16:

1.di aver eseguito nel triennio 2011 – 2013, per servizi analoghi a quello in oggetto per un valore complessivo almeno pari alla base d’asta e documentabili con un massimo di 5 contratti.

In riferimento al punto 1), sono a richiedere se, in caso di ATI non ancora costituito, ed ipotizzando una misura di 60% Capogruppo e 40% Mandante, il massimo di 5 contratti è cumulativo tra le società, oppure ogni società può dimostrare la propria quota di partecipazione con un massimo di 5 contratti per ognuna?

2. di aver eseguito nel triennio 2011 – 2013, due contratti per servizi analoghi a quello in oggetto, per un importo non inferiore al 20% di quello posto a base di gara.

In riferimento al punto 2), come descritto alla pagina n. 2 del Bando di Gara, i requisiti tecnico organizzativi devono essere posseduti dalla Capogruppo nella misura misura minima del 40% e dalla Mandante nella misura minima del 10%.

A tal proposito, sono a richiedere se, in caso di ATI non ancora costituito, ed ipotizzando una misura di 60% Capogruppo e 40% Mandante, il possesso del requisito di cui al punto 2), in che misura può essere soddisfatto dalla capogruppo e quale dalla mandante? ( ovvero, se la capogruppo e la mandante devono soddisfare il requisito richiesto nella misura di partecipazione, riferita ai due contratti per servizi analoghi a quello in oggetto, per un importo non inferiore al 20% dell’importo a base di gara)  

RISPOSTA 16 : Si richiama integralmente il contenuto del bando integrale di gara ed in particolare la sezione denominata “SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA” ove si prevede che i concorrenti possono partecipare alla gara qualora siano in possesso dei requisiti tecnico-organizzativi indicati al punto 5) del presente bando di gara. Nel caso di ricorso all’A.T.I. del tipo orizzontale, per i raggruppamenti temporanei di imprese e per i consorzi di cui all’art. 34 comma 1 lett. d) e) e f) del Codice dei contratti, alla capogruppo è richiesto il possesso dei requisiti prescritti nella misura minima del 40%, mentre alle mandanti è richiesto il possesso dei medesimi requisiti nella misura minima del 10%, purché la somma dei requisiti sia almeno pari a quella richiesta nel presente bando di gara. L’operatore economico mandatario in ogni caso deve dichiarare e possedere i requisiti in misura maggioritaria rispetto a ciascuna delle mandanti per la quota corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento. Gli operatori economici riuniti in A.T.I. sono tenuti ad eseguire la prestazione nella percentuale corrispondente alla quota di partecipazione al raggruppamento.

DOMANDA 17: Si richiede inoltre se in caso di ATI non ancora costituito, il suddetto sopralluogo può essere svolto solo da una delle società che ne fanno parte?se si, in caso di delegato, la delega deve essere resa a nome dell’ATI, oppure va bene anche a nome di una delle società?
RISPOSTA 17: Il sopralluogo può essere svolto anche da una sola delle società della costituenda ATI munito di delega rilasciata dalla società medesima. Non è necessaria la delega firmata dalle società costituende l’ATI.

DOMANDA18: tenuto conto che la ditta aggiudicataria è tenuta a fornire, carta igienica, salviette asciugamani e sapone liquido, la sottoscritta chiede di precisare il numero complessivo dei servizi igienici oggetto della fornitura o, in subordine, la quantità annua presunta richiesta dei diversi prodotti.

TABELLE PAG. 23-24 E 27 CAPITOLATO

  • Tenuto conto che nel Disciplinare è prescritto di allegare alla documentazione che correda l’offerta le Tabelle di cui alle pag. 23-24 e 27 del Capitolato sottoscritte edebitamente compilate;
  • Tenuto conto che nelle suddette Tabelle è richiesto di indicare, per ciascuna area di cui si compongono il Padiglione Blu, il Padiglione Verde, la Palazzina Servizi ed i servizi igienici pubblici del mercato ortofrutticolo, il peso percentuale sul prezzo offerto;
  • Tenuto conto che per indicare tale peso percentuale è indispensabile conoscere non solo il tipo di servizio richiesto e la sua periodicità (che sono specificate nelle Tabelle di cui sopra) ma anche l’estensione delle diverse aree (che non è specificata nelle Tabelle di cui sopra);
  • Tenuto conto che tale dato non è presente nella documentazione di gara in quanto:

a)    il documento denominato “Superfici Spazi” elenca le estensioni dei vari mercati (ittico/nuovo avicolo, fiori, ortofrutticolo, ecc.) ma non presenta alcun riferimento chiaro alle voci presenti nelle Tabelle di cui sopra;

b)   le varie planimetrie –peraltro non in scala- individuano gli spazi secondo il medesimo criterio del documento denominato “Superfici Spazi” e sono dunque altrettanto inutili per compilare nelle Tabelle di cui sopra;

  • tenuto infine conto che l’Autorità di Vigilanza sui Contratti Pubblici di Lavori, Servizi e Forniture ha più volte ribadito nei propri atti che la Stazione Appaltante è tenuta a fornire ai concorrenti tutti i dati necessari alla preparazione ed formulazione dell’offerta;

La sottoscritta chiede a Codesta Stazione Appaltante di fornire a tutti i concorrenti l’estensione orizzontale di tutte le aree elencate nelle Tabelle di cui alle pag. 23-24 e 27 (dati che ovviamente non possono essere rilevate ad occhio in occasione del sopralluogo), o in subordine di non richiedere ai concorrenti la compilazione della colonna “Percentuale % sul prezzo offerto.

RISPOSTA18: i servizi igienici oggetto dell’appalto sono indicati nelle planimetrie agli atti di gara e sono altresì stato mostrati in occasione del sopralluogo tenutosi con i singoli richiedenti. Ogni concorrente è tenuto, sulla base della propria organizzazione e del proprio progetto a determinare in autonomia il fabbisogno richiesto.

Di seguito di riportano le tabelle di pag. 23-24 e 27 del capitolato integrate con l’indicazione del mq. Di ciascun comparto.

PADIGLIONE BLU

Tipo di pulizia per spazi e locali

MQ

Tipo di pulizia

Attività principale

cadenza

Altre attività

periodiche

Percentuale % sul prezzo offerto

Padiglione vendita (corridoio centrale ed accessi) P.T.

3.147

B.10

giornaliera

mensile

Atrii, corridoi, spazi comuni-1°P.

640

B.6

giornaliera

mensile

Impianto di condizionamento/ventilazione delle parti comuni

—–

A.3

trimestrale

Vani Scale

200

B.5

giornaliera

mensile

Uffici ASL 1°P

142

B.8

giornaliera

mensile

Servizi igienici uffici ASL p.t/1°p

23

B.4

giornaliera

mensile

Servizi igienici pubblici p.t./1°p

219,50

B.1

giornaliera

quindicinale

Cassonetti rifiuti e cestini rifiuti interni

A.1

giornaliera

Ascensori(2)

3

B.7

giornaliera

Cassonetti rifiuti e cestini esterni

A.2

giornaliera

Celle frigorifere e laboratorio ASL- p.t.

72

B.13

giornaliera (cella a richiesta)

Docce

14

B.2

giornaliera

mensile

Spogliatoi

90

B.3

giornaliera

Aree di viabilità e sosta operatori Ittico

20.376

C.1

Giornaliera (con ausilio della spazzatrice stradale due volte a settimana)

Contenitori rifiuti e vasconi

C.2

giornaliera

Pensiline ambulanti ittico

2.300

C.1a

Giornaliera (con ausilio della spazzatrice stradale due volte a settimana)

Strutture aeree, sovrastanti ai plateatici  –  impianto elettrico

A.4

mensile

Bancomat e dei due totem collocati all’interno del mercato

A.6

giornaliera

PADIGLIONE VERDE

Tipo di pulizia per spazi e locali

MQ

Tipo di pulizia

Attività principale

cadenza

Altre attività

periodiche

Percentuale % sul prezzo offerto

Padiglione vendita (corridoio centrale ed accessi) – p.t.

3.002

B.11

giornaliera

quindicinale

Atrii, corridoi, spazi comuni – 1°p

846

B.6

giornaliera

mensile

Servizi igienici  SO.GE.M.I. (Direzione di Mercato)1°P

7

B.4

giornaliera

mensile

Uffici SO.GE.M.I. (Direzione di Mercato) 1°P

163

B.8

giornaliera

mensile

    SERVIZI IGIENICI

Mercato Ortofrutticolo

Tipo di pulizia per spazi e locali

MQ/ML

Tipo di pulizia

Attività principale

cadenza

Altre attività

periodiche

Percentuale % sul prezzo offerto

Servizi igienici pubblici da lunedì a venerdì dalle ore 5:00 alle ore 11:00 con puliziaperimetro(4padiglioni)

 e superfici coperte

P.T.

1°P.

 comuni padiglioni A-B-C-D

580

55

ML 2.400

MQ

30.428

10.700

B.1/B.2

continuativa

quindicinale

Servizi igienici pubblici per la giornata di sabato dalle ore 6.00 alle ore 12.00 con pulizia

perimetro.(ML)

580

55

2.400

B.1

continuativa

quindicinale

Servizi igienici pubblici da lunedì a venerdì dalle ore 11:00 alle ore 13:00 con igienizzazione di tutti i servizi igienici (8 blocchi) del Mercato Ortofrutticolo a rotazione continua

580

55

B.1

a rotazione

——–

DOMANDA19: se le ore complessive che attualmente vengono svolte sono ore obbligatorie e perentorie, oppure ciascuna società partecipante può offrire un monte ore differente, ovviamente garantendo le stesse frequenze e prestazioni previste dal Capitolato ? Inoltre Vi chiediamo, gentilmente, di sapere se le ore svolte dagli addetti sono ore nette o lorde, cioè, se sono ore effettive oppure sono ore comprensive di sostituzioni, ferie, malattie ecc. ? 

RISPOSTA 19: Ogni concorrente sulla base della propria organizzazione, know how ecc.. deve formulare la propria offerta che, certamente, dovrà essere idonea a garantire le prestazioni  richieste dai documenti di gara. Le ore indicate si riferiscono solo all’attuale contratto. Come segnalato sul sito istituzionale della Società, le richieste afferenti il monte ore relativo al personale oggi impiegato nell’appalto devono essere rivolte ai soggetti debitamente indicati, attuali esecutori del servizio.Resta altresì inteso che il monte ore dovrà essere determinato compatibilmente con un’attività di Mercato che si svolge, prevalentemente, nelle ore notturne.

DOMANDA 20: vorremmo sapere se è possibile avere in formato WORD le
dichiarazioni previste per la partecipazione alla gara in oggetto.
RISPOSTA 20: NO, i prospetti sono disponibili solo in formato PDF

DOMANDA21: In relazione alla gara in oggetto siamo a formulare richiesta di voler fornire il dettaglio del monte ore settimanale del servizio svolto dalla Società Scala Enterprise Srl poiché lo stesso incide sulla valutazione della commessa ed è necessario che il dato sia reso ufficialmente dalla Stazione appaltante.

In tal senso, per meglio valutare le onerosità dei servizi richiesti, riteniamo fondamentale, anche alla luce delle osservazioni effettuate in sede di sopralluogo, conoscere gli elementi prestazionali (in termini di interventi e cadenze) previsti nel precedente capitolato della gara in oggetto.

Siamo inoltre a chiedere chiarimenti circa l’eventuale esistenza di un modello di attribuzione delle penali applicate alle società svolgenti il servizio (es. SLA “Service Level Agreement”) ovvero sistema equivalente;

Nel capitolato è menzionato il macchinario “Dulevo” tipo 5000. Lo stesso è disponibile in diverse versioni. Si chiedono specifiche circa i requisiti tecnici e operativi che il macchinario deve possedere specialmente per quanto riguarda l’eventuale adozione di un macchinario analogo di fabbricazione differente.

In virtù di questi chiarimenti necessari alla corretta valutazione della gara, siamo a chiedere proroga di almeno 20 giorni del termine per la consegna dei plichi di gara.

 

RISPOSTA 21: In ordine al primo punto, Vi invitiamo a contattare direttamente la società Scala Enterprise S.r.l. della quale troverete i riferimenti sul sito istituzionale di SogeMi S.p.A.. Il monte ore che Scala Enterprise S.r.l. Vi potrà fornire si riferisce all’attuale contratto d’appalto e, pertanto, lo stesso non incide sulla valutazione della commessa per la quale il concorrente, sulla base della propria organizzazione e del proprio know how, dovrà formulare un’offerta correlata alle richieste prestazionali di cui ai documenti di gara.

Allo stesso modo, gli interventi e cadenze di interesse del concorrente sono quelli esplicitati nei documenti di gara in quanto è solo sulla base di tali elementi che ciascuno dovrà formulare la propria offerta.

Esiste un sistema di attribuzione delle penali all’appaltatore descritto nel capitolato d’appalto all’art. 14 “Computo delle penali”.

Per quanto concerne il macchinario “Dulevo” tipo 5000 le specifiche tecniche sono disponibili sul sito della casa produttrice. Il macchinario impiegato deve possedere caratteristiche equivalenti al modello indicato.

Non è concessa alcuna proroga per la consegna dei plichi di gara.

DOMANDA 22: in riferimento alla gara in oggetto, siamo a richiedere
l’importo di aggiudicazione della gara precedente.
RISPOSTA 22: il dato richiesto non è disponibile in quanto l’oggetto della
gara in discorso era in precedenza affidato a più soggetti con separati
contratti d’appalto. 

DOMANDA 23:Con la presente richiediamo i seguenti chiarimenti in riferimento
al capitolato di appalto:
1- Art. 31.A.1 e A.2, si richiede quanti e di quale tipologia sono i
cassonetti rifiuti e cestini.
2- Art. 31.C.1 In tali aree è prevista la raccolta, l’asporto e il
conferimento negli appositi contenitori di tutti i rifiuti, comprese
eventuali masserizie e oggetti ingombranti, utilizzando specifico veicolo a
motore per il trasporto dei rifiuti verso le aree di raccolta, si richiede,
dove sono ubicati, la tipologia degli appositi contenitori e se è necessario
fare una differenziazione dei rifiuti, le quantità per tipologia di rifiuto
3- Art. 31 C.5 … con possibilità di deposito provvisorio nei punti di
raccolta posti nei mercati per consegnarli periodicamente ai centri di
raccolta comunali autorizzati. SOGEMI corrisponderà …su presentazione di
fattura del centro di raccolta, ma non i costi di trasporto che si
considerano compresi nell’appalto. Si richiede dove sono ubicati, la
tipologia dei punti di raccolta e se è necessario fare una differenziazione
dei rifiuti, le quantità per tipologia di rifiuto consegnate nei singoli
mesi dell’anno.
4- Art.31.B2 pag. 27, si richiede, dove sono ubicati, la tipologia degli
appositi contenitori e se è necessario fare una differenziazione dei
rifiuti, le quantità per tipologia di rifiuto
Inoltre, si richiede conferma che, solo per i rifiuti raccolti, in
riferimento all’art. 35.C.5, è previsto il trasporto negli appositi centri
di raccolta con relativo costo di smaltimento, mentre per tutti gli altri
tipi di rifiuto, è sufficiente la raccolta e il conferimento negli appositi
contenitori.

RISPOSTA 23:
1- I cassonetti verdi mc 1,1 per il Mercato Floricolo e Avicunicolo sono 4
oltre a 4 per gli ambulanti. I cestini sono 10. Per il Mercato Ittico sono
26 da mc 1,1 oltre a 2 contenitori scarrabili per la raccolta dei rifiuti
ingombranti. Circa 15 cestini presso il Mercato Ittico.
2- I contenitori rifiuti sono ubicati all’interno delle aree mercatali
visionate in occasione del sopralluogo. La tipologia dei contenitori è di
5,5 mc – front loader per carta e verde AMSA – come visionato durante il
sopralluogo. Con riferimento alla differenziazione questa è richiesta per
carta, verde ed eventuali rifiuti ingombranti. Non è disponibile il dato
relativo alla quantità di rifiuto prodotto per tipologia.
3- I punti di raccolta sono ubicati all’interno delle aree mercatali
visionate in occasione del sopralluogo. La tipologia dei contenitori è di
5,5 mc – front loader per carta e verde AMSA – come visionato durante il
sopralluogo. Con riferimento alla differenziazione questa è richiesta per
carta, verde ed eventuali rifiuti ingombranti. Non è disponibile il dato
relativo alla quantità di rifiuto prodotto per tipologia.
4- I contenitori rifiuti sono ubicati all’interno dei servizi igienici del
mercato ortofrutticolo visionato in occasione del sopralluogo. I rifiuti
dovranno essere depositati in prossimità dei servizi igienici.
Si conferma che, solo per i rifiuti raccolti, di cui all’art. 31.C.5 è
previsto il trasporto negli appositi centri di raccolta con relativo costo
di smaltimento, mentre per tutti gli altri tipi di rifiuto, è sufficiente la
raccolta e il conferimento negli appositi contenitori. 

DOMANDA 24:

Premesso e tenendo in considerazione :

1)      di essere un CONSORZIO STABILE soggetto Art. 34, Comma 1, Lettera c) del D. Lgs. 163/2006 e s.m.i.;

2)      che il Consorzio intende CONCORRERE CON UNA delle consorziate;

3)      che la consorziata sarà designata come UNICA IMPRESA ESECUTRICE;  

ci confermate che i requisiti:

a)      Fatturato globale;

b)      Fatturato specifico;

c)       Fascia di classificazione;

d)      Numero dei dipendenti

essere posseduti e presentati cumulativamente dal consorzio e dalla consorziata esecutrice (vale a dire dalla somma dei requisiti del consorzio stabile e della consorziata esecutrice)

Oppure in caso contrario, chi deve possederli se il consorzio medesimo o la  consorziata esecutrice

RISPOSTA 24:  Si invitano i concorrenti ad esaminare i contenuti del bando integrale di gara alla sezione “SOGGETTI AMMESSI ALLA GARA” e le forme di partecipazione previste dalla normativa vigente.

DOMANDA 25: Per soddisfare quanto richiesto dall’Art. 31.C.5 del C.d.A. si chiede serelativamente alla raccolta e alla custodia dei rifiuti speciali o tossici enocivi l’appaltatore deve essere in possesso di specifiche autorizzazioni.
Inoltre, come indicato nel CdA, la ditta appaltatrice ha l’obbligo diseparare e trasportare adeguatamente i rifiuti nei contenitori indicati da
SO.GE.MI. spa. La stessa SO.GE.MI. provvederà allo smaltimento?

Si chiede, altresì, di chiarire se relativamente alla raccolta e custodia dei rifiuti speciali o tossici e nocivi (art. 31.c.5),

tali rifiuti dovranno essere custoditi in locali e/o altro tipo di luoghi messi a disposizione da SOGEMI,

oppure se l’impresa dovrà provvedere a proprie spese all’individuazione di tali locali e/o luoghi? 

 

RISPOSTA 25: Ove venissero ritrovati rifiuti speciali pericolosi (ex tossico nocivi) abbandonati all’interno delle aree, i rifiuti dovranno essere posizionati temporaneamente presso un’area attrezzata specificamente dalla Committenza e interna allo stabilimento.

Trattandosi di trasferimento interno allo stabilimento non si ravvisano obblighi da parte dell’impresa relativamente al possesso dei requisiti e delle autorizzazioni al trasporto conto terzi derivanti dal D.lgs 152/2006 e s.m.i.

Per tali tipologie di rifiuti gli oneri del deposito temporaneo e del conferimento a soggetti autorizzati gravano esclusivamente in capo alla Committenza ove non siano differentemente riconoscibili gli autori dell’abbandono.

Relativamente ai rifiuti ingombrantio speciali non pericolosi, eventualmente ritrovati nelle aree perchè indebitamente abbandonati, questi dovranno altresì assere gestiti, per il deposito temporaneo, esattamente come i rifiuti speciali pericolosi. Il soggetto produttore del rifiuto risulterà evidentemente sempre la Committenza la quale gestirà autonomamente l’affidamento dei rifiuti medesimi a soggetti autorizzati per le attività di trasporto e ricevimento.

Si precisa che i locali e i luoghi adibiti a deposito temporaneo dei rifiuti speciali (pericolosi e non pericolosi) eventualmente rinvenuti nelle aree verranno individuati, mantenuti e sorvegliati dalla Committenza che provvederà alla loro messa a disposizione.

DOMANDA 26:
1)      Facendo seguito alla Vs. risposta al quesito n.7, in riferimento alle
modalità delle prestazioni contrattuali, il segnalare che non vi sia stata
una sostanziale variazione può sembrare improprio, in quanto  relativamente
al servizio attuale da noi espletato presso i servizi igienici è in termini
di orario  diverso da quello richiesto nel Vs. Capitolato di Appalto (Parte
Seconda art.30)
2)      Cosa si intende per smaltimento dei relativi rifiuti al punto 14
dell’art.2,Parte
Prima?
3)      Si chiede se l’attuale servizio svolto dalla New Ghibli all’interno del
padiglione blu già prevede la presenza di n.3 unità dalla 03:00 alle ore
17:00, dal lunedì al sabato per un totale settimanale pari a 252 ore, o se
tale servizio è richiesto con la nuova procedura di gara all’art.30 (parte
Seconda)
4)      Si chiede se è possibile sub/appaltare il servizio di smaltimento rifiuto
generato dalla macchina spazzatrice
5)      Si chiede di conoscere se la costante presenza di personale dalle 03:00
alle 17:00 dal lunedì al sabato, così come richiesta al punto 31.C.1
“Viabilità cortile ed aree esterne coperte e scoperte dei mercati” rientra
nelle 3 unità già richieste al punto 30.1 (padiglione blu)
6)      Si chiede se per il servizio di raccolta asporto e conferimento negli
appositi contenitori di tutti i rifiuti previsto al punto 31.C.1 si debba
utilizzare un veicolo furgonato o con cassone.

RISPOSTA 26:
1) Si conferma quanto riportato al quesito n. 7;
2) Con riferimento al quesito 2 si precisa che l’appaltatrice dovrà
provvedere a proprie cure e spese alla gestione autonoma dei rifiuti
derivanti dall’esecuzione dell’appalto (scarti di imballaggi vuoti,
contenitori, eventuali prodotti per le pulizie di scarto)
3) Il servizio in discorso è richiesto con la nuova procedura. Ad oggi il
servizio viene svolto con una diversa modalità.
4) Si precisa che il produttore/detentore dei rifiuti derivanti
dall’attività di spazzamento e lavaggio (terre di spazzamento e lavasciuga)
risulterà essere esclusivamente l’appaltatrice. La stessa, quindi, dovrà
provvedere al conferimento dei rifiuti suddetti tramite società di trasporto
autorizzata nonchè conferirli a soggetti smaltitori autorizzati. In tali
termini non si configura un subappalto; resta tuttavia l’obbligo in capo
all’appaltatore di comunicare alla Stazione appaltante il nominativo dei
trasportatori e dell’impianto di conferimento.
5) E’ demandato all’aggiudicataria organizzare il lavoro delle unità
destinate all’espletamento dell’appalto
6) Si richiede un mezzo cassonato.

DOMANDA 27 :

1. A quanto ammontano i costi di pubblicazione?

2. A quanto ammontano i costi della stipula del contratto?

3. Si richiede se dovrà essere rispettato l’articolo 4 del CCNL per i dipendenti da aziende esercenti servizi di pulizia e servizi integrati / Multiservizi?

4. Si richiede l’elenco del personale attualmente impiegato per il servizio oggetto di gara, il livello di inquadramento e l’anzianità.

5. Il monte ore settimanale per ogni operatore.

6. Si prega di indicare il materiale economale richiesto e riportare gli attuali consumi per ogni tipologia di materiale o altrimenti indicare il numero di persone che usufruiscono dei servizi igienici.

RISPOSTA 27:

1.    I costi di pubblicazione sono indicati a pag. 13 punto s) del bando integrale di gara ed ammontano ad € 6.222,00 IVA inclusa;

2.    Indicativamente i costi per la stipula del contratto ammontano ad € 800,00 circa. Tale somma sarà definita con esattezza una volta redatto il testo definitivo del documento;

3.    Si, trova applicazione l’art. 4 del CCNL multiservizi;

4.    Si veda quesito n. 4 e n. 7

5.    Si veda quesito n. 4, n. 7 e n. 12

6.    Ogni concorrente è tenuto sulla base della propria organizzazione e know how a determinare il quantitativo del materiale richiesto sulla base delle clausole e dei termini di cui al documento di gara. In ordine al numero degli utilizzatori dei servizi igienici, si rende noto che da lunedì a sabato nelle aree di via Lombroso 95 operano circa 400/500 soggetti di cui una stima di 200/300 persone rappresentano gli utenti che giornalmente si avvalgono dei servizi igienici .

DOMANDA 28 :In riferimento a quanto in oggetto preghiamo di chiarire meglio quali siano le “dichiarazioni di cui ai punti 5) e 6)/ di cui al punto 5) relative ai requisiti per le quali si presta avvalimento” – vedi pag. 8 del bando integrale di gara.

RISPOSTA 28: Il contenuto delle dichiarazioni richieste è esplicitato da pag. 5 a pag. 9 del bando integrale di gara e vertono sul possesso dei requisiti per la partecipazione alla procedura di gara.

DOMANDA 29: Al punto 5 del bando integrale di gara viene chiesto un fatturato complessivo in riferimento agl’anni 2010/2011/2012, allo stesso punto 5  viene chiesto un fatturato per servizi analoghi alle prestazioni oggetto della gara nel triennio che va dal 1 gennaio 2011 al 31 dicembre 2013 per cui agl’anni 2011/2012/2013.  E’ un refuso oppure facciamo riferimento agl’anni richiesti pur essendo due trienni differenti ?

RISPOSTA 29: Si confermano le annualità indicate nel bando integrale di gara (il fatturato riferito al triennio 2010-2012, mentre per le prestazioni svolte il triennio 2011-2013).

DOMANDA 30: In riferimento alla gara in oggetto sono a chiedere se, l’attestazione di visione dei luoghi bisogna inserirla in originale nei documenti di gara, oppure va bene anche in copia?

RISPOSTA 30: Il verbale di visita deve essere prodotto in originale.

DOCUMENTAZIONE DI GARA

Bando integrale di Gara

Capitolato d’Appalto

Planimetria Mercato Avicolo

Planimetria Mercato Fiori 1°piano

Planimetria Mercato Fiori 2° piano

Planimetria piattaforma ambulanti carni

Superfici spazi

DUVRI

Planimetria Generale Ittico e Fiori

Planimetria Mercato Ittico Piano Terra

Planimetria Mercato Ittico Primo Piano

Planimetria Mercato Orto Servizi Igenici

Tipologia Servizi Igenici

Planimetria Mercato Orto Servizi Igenici Primo Piano

Planimetria Palazzina Servizi

Lascia un commento