Avviso: la prossima seduta pubblica di Gara si terrà in data 27 marzo 2020, alle ore 11:00. Tale seduta pubblica di Gara sarà deputata all’apertura delle buste telematiche contenenti le offerte economiche, previa comunicazione dei punteggi tecnici attribuiti ai Concorrenti da parte della Commissione giudicatrice di Gara, all’uopo nominata. Tenuto conto dell’attuale emergenza sanitaria nazionale, la seduta sarà esclusivamente telematica. Sarà pertanto possibile seguire la seduta soltanto accedendo tramite il portale dedicato alle Gare telematiche, dove sarà attivata la modalità di seduta pubblica telematica. Sarà altresì possibile collegarsi all’account Skype di SO.GE.M.I. S.p.A. (Sogemi Spa), inviando la richiesta di contatto poco prima dell’orario indicato”

 

C.V.-Ing.-Maronati.pdf

C.V.-Ing.-Giunzioni.pdf

C.V.-Ing.-Colombo.pdf

Delibera-nomina-Commissione-Giudicatrice.pdf

Verbale n. 2 del 12-03-2020

Avviso: Tenuto conto dell’attuale emergenza sanitaria nazionale, la seduta pubblica prevista per il 12 marzo 2020 sarà esclusivamente telematica. Sarà pertanto possibile seguire la seduta soltanto accedendo tramite il portale dedicato alle Gare telematiche, dove sarà attivata la modalità di seduta pubblica telematica. Sarà altresì possibile collegarsi all’account Skype di SO.GE.M.I. S.p.A. (Sogemi Spa), inviando la richiesta di contatto poco prima dell’orario indicato

Avviso: la prossima seduta pubblica di Gara si terrà in data 12 marzo 2020, alle ore 15:00, presso la sede della scrivente Stazione Appaltante. Tale seduta sarà deputata alla comunicazione dell’esito dello scioglimento della riserva in ordine all’unico Concorrente ammesso con riserva al prosieguo della procedura di Gara, nonché all’apertura delle buste telematiche contenenti le offerte tecniche, ai soli fini della verifica della presenza della documentazione tecnica.

Verbale-n.-1-del-02-03-2020.-1.pdf

Delibera-nomina-Seggio-di-Gara.pdf

DOMANDA N. 1.

1.1. Per quanto riguarda i requisiti di capacità economica-finanziaria e tecnico professionale, al punto 7 del Bando di gara, è riportato: “…avvenuto espletamento negli ultimi dieci anni, di servizi … per un importo globale per ogni classe e categoria almeno pari a 1.5 volte l’importo stimato dei fabbricati…”. Si chiede se l’importo globale minimo da raggiungere è la somma degli importi delle prestazioni relative ai servizi eseguiti oppure è l’importo complessivo dei lavori riferiti ai servizi eseguiti.

1.2. Inoltre nel capitolato prestazionale si fa riferimento alla categoria di lavori “OG 1 – Edifici civili e industriali”, per cui si chiede quali categorie di cui alla tabella Z-1 (DM 17 giugno 2016), si possono ritenere qualificanti ai fini della dimostrazione dei requisiti.

RISPOSTA N. 1.

1.1. Si conferma quanto già indicato in sede di Bando Integrale di Gara, ovverosia che l’importo è riferito alle lavorazioni.

1.2. Si conferma quanto già indicato in sede di atti di Gara, ovverosia che ai fini della dimostrazione dei requisiti, la categoria d’opera di cui alla tabella Z-1 (D.M. 17 giugno 2016) alla quale fare riferimento è la S.03. In alternativa, il requisito della categoria S.03 è soddisfabile tramite il possesso della categoria S.05 e/o S.06, alla luce di quanto stabilito a pag. 17 delle Linee Guida n. 1, emanate da A.N.A.C. (“Ai fini della qualificazione, nell’ambito della stessa categoria edilizia, le attività svolte per opere analoghe a quelle oggetto dei servizi da affidare, non necessariamente di identica destinazione funzionale, sono da ritenersi idonee a comprovare i requisiti quando il grado di complessità sia almeno pari a quello dei servizi da affidare”.

DOMANDA N. 2.

Si richiede che siano resi disponibili i seguenti documenti anche in formato editabile, in modo da rendere più rapida la compilazione:

Modello 1 – Domanda di partecipazione;

Modello 2 – Dichiarazione dell’Impresa ausiliaria;

Modello 3 – D.G.U.E.;

Modello 4 – Dichiarazione di offerta economica.

RISPOSTA N. 2.

I documenti richiesti non sono disponibili nel formato richiesto.

DOMANDA N. 3.

3.1. Per quanto riguarda i requisiti di carattere speciale il “Bando integrale di gara” a pag. 6 non esprime quale sia l’importo al quale applicare i coefficienti 1,5 e 0,6 (quest’ultimo per i due servizi di punta). Si osserva che nell’Allegato A è riportato un costo complessivo dell’opera pari a € 17.704.000 in categoria S.03, mentre nel capitolato a pag. 4 è indicato un valore di € 30.519.656 (è inoltre indicato che “su tale valore sono calcolati i requisiti richiesti nel bando di gara”). Si chiede dunque di precisare quale siano effettivamente le soglie (e le categorie) richieste per i requisiti, individuando l’importo di riferimento e i valori che si ottengono applicandovi i coefficienti 1,5 e 0,6.

3.2. Nel Bando di gara non risulta richiesta la relazione geologica né sono presenti indicazioni di prove sul terreno: si richiede se sia già stata condotta la caratterizzazione del terreno ai fini sismici da mettere a disposizione dell’Appaltatore per condurre le verifiche richieste.

3.3. Nel Bando di gara non risulta richiesta la campagna diagnostica sui fabbricati per la caratterizzazione delle strutture: si richiede se la Stazione appaltante abbia a disposizione gli elaborati strutturali degli edifici da rendere disponibili all’Appaltatore per le verifiche e se siano siano già state effettuate indagini (oltre a quanto descritto nella relazione di “idoneità statica” del novembre 2017 e nella relativa integrazione, allegate al bando).

3.4. Si richiede se sia necessaria la presenza di un “giovane professionista” in caso di RTI, non essendo precisato nel bando.

3.5. Per quanto riguarda la relazione tecnica (pag. 13 del Bando integrale di gara) si richiede se sia possibile, in luogo delle 15 facciate A3, fornire 30 facciate A4 (o una combinazione dei due formati, considerando un A3 equivalente a due A4).

RISPOSTA N. 3.

3.1. Si conferma quanto già indicato in sede di Capitolato Prestazionale, ovverosia che l’importo globale delle lavorazioni al quale fare riferimento per la dimostrazione dei requisiti è pari ad Euro 30.519.656,00. L’importo pari ad Euro 17.704.000,00 di cui all’Allegato A fa infatti riferimento soltanto ad alcuni Fabbricati oggetto delle prestazioni d’appalto, mentre l’importo pari ad Euro 12.815.656,00 di cui all’Allegato B fa riferimento ad altri Fabbricati, altresì oggetto delle prestazioni d’appalto.

3.2. Si conferma che la relazione geologica non è richiesta. Se ritenuto utile, la Stazione Appaltante si riserva di mettere a disposizione del futuro Appaltatore la documentazione prodotta nell’ambito della progettazione del Nuovo Padiglione Ortofrutta che contiene anche relazioni redatte ai fini dell’analisi sismica dei terreni in seguito alla campagna geognostica condotta.

3.3. La Stazione Appaltante ha a disposizione elaborati strutturali, che non costituiscono parte della documentazione di Gara. Tali elaborati verranno messi a disposizione del futuro Appaltatore.

Per quel che concerne le indagini, si segnala che sono state espletate indagini ulteriori e precedenti a quelle di cui alla relazione di “idoneità statica” del novembre 2017. Gli esiti di tali indagini verranno messi a disposizione del futuro Appaltatore.

3.4. Si conferma quanto indicato nel Bando Integrale di Gara, ovverosia la non necessità di inserire il giovane progettista. L’appalto infatti riguarda la prestazione di progettazione soltanto in misura del tutto marginale e, pertanto, la scrivente Stazione Appaltante non ha ritenuto opportuno richiedere l’inserimento di tale figura come giovane progettista.

3.5. No, non è consentito.

Delibera-di-avvio-procedura-e-nomina-R.U.P.pdf

Bando-Integrale-di-Gara.pdf

Capitolato-Prestazionale.pdf

Allegato-1.pdf

Allegato-2-.pdf

Allegato-3.pdf

Allegato-A.pdf

Allegato-B.pdf

Allegato-C.pdf

Allegato-D.pdf

Schema-di-Contratto.pdf

Patto-dIntegrità.pdf

Protocollo-dIntesa.pdf

Modello-1-Domanda-di-partecipazione.pdf

Modello-2-Dichiarazione-dellImpresa-ausiliaria.pdf

Modello-3-D.G.U.E.pdf

Modello-4-Dichiarazione-di-offerta-economica.pdf

I commenti sono disabilitati.