I MERCATI DI BERGAMO, BRESCIA E MILANO UNITI PER PRESENTARE CONGIUNTAMENTE UNA PROPOSTA DI RIFORMA DELL’ATTUALE LEGGE REGIONALE SUI MERCATI ALL’INGROSSO

Gli Enti gestori dei mercati agroalimentari all’ingrosso della Lombardia (Sogemi SpA, Bergamo Mercati SpA e Consorzio Brescia Mercati SpA) e le rispettive Associazioni degli operatori ortofrutticoli e Fedagro Mercati, aderendo alla proposta di Oliviero Gregorelli, presidente dell’Associazione Grossisti di Brescia, hanno promosso l’istituzione di un tavolo tecnico di lavoro finalizzato a proporre alla Regione Lombardia  una integrale revisione della vigente legge regionale ormai inadeguata e superata.

Dopo un primo incontro tra gli Enti gestori e le rispettive associazioni degli operatori dei mercati di Milano, Brescia e Bergamo e Fedagro Mercati, nel corso del quale è stata formalizzata l’istituzione di un gruppo ristretto di lavoro di cui fanno parte i legali dei tre mercati con il compito di esaminare il testo circolarizzato dalla Regione Lombardia (Legge regionale lombarda n. 6/2010) per giungere alla definizione di un documento condiviso con delle proposte di modifiche legislative da inoltrare all’Assessore regionale al Commercio, Turismo e Servizi, dott.ssa Margherita Peroni.

Nel corso di ulteriori 8 incontri ristretti ai legali dei tre mercati è stato messo a punto una proposta di modifica della normativa che è stata presentata e discussa nel corso di una riunione tenutasi a Milano lo scorso 23 luglio 2012 tra i rappresentanti degli Enti gestori (Massimo Tacconi presidente di Brescia Mercati, Renzo Casati presidente di Bergamo Mercati e Luigi PredevalStefano Zani, rispettivamente PresidenteDirettore Generale di Sogemi SpA) e i presidenti delle Associazione degli operatori (Alberto Albuzza presidente dell’Associazione Grossisti Ortofrutticoli di Milano con la collaborazione di Fausto Vasta e di Enrica Capra, Carlo Garletti presidente Associazione Grossisti di Bergamo, Oliviero Gregorelli presidente dell’Associazione Grossisti di Brescia e Ottavio Guala presidente di Fedagro Mercati, la Federazione nazionale dei grossisti ortofrutticoli).

I lavori del Tavolo Tecnico, promosso dal Presidente dei Grossisti di Brescia, Oliviero Gregorelli, coordinato dall’Avv. Stefano Zani Direttore Generale di Sogemi SpA, grazie all’impegno di tutte le componenti presenti, che si sono avvalse della preziosa collaborazione del Cav. Ottavio Guala Presidente di Fedagro Mercati  si sono conclusi nel corso di una riunione odierna del tavolo di lavoro con la redazione di un testo volutamente snello, ma esauriente. La scelta di fondo, infatti,  è stata quella di demandare il più possibile al regolamento mercatale per non appesantire inutilmente  l’articolato.

La Prof. avv. Vera Parisio, Professore ordinario di Diritto Amministrativo presso la Facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Brescia, il legale che per conto dei grossisti di Brescia ha partecipato al tavolo di lavoro, ha così sintetizzato i contenuti di tale documento: “ Nel testo  si è evidenziata la  specificità dei  Mercati  agroalimentari nel rispetto della normativa nazionale e europea, nonché della giurisprudenza delle Supreme Corti. Si è sottolineata  la essenziale  funzione  svolta  da tali  Mercati, coincidente con  la  tutela della sicurezza e qualità dei prodotti alimentari; lo sviluppo dell’economia locale con la promozione e valorizzazione dei prodotti locali tipici nella salvaguardia delle biodiversità regionali; il monitoraggio  e l’efficienza della  filiera  agroalimentare,  produttiva  e  distributiva  nel  rispetto  della  tutela dell’ambiente; lo sviluppo e l’equilibrio delle diverse reti distributive e, ovviamente, “last but non least”  la tutela del consumatore”. 

“Si è inoltre unanimemente  ritenuto  – ha concluso la Prof.ssa Vera Parisio – di suggerire modelli di gestione del mercato fondati  sul partenariato pubblico-privato, per valorizzare al massimo  tutte le possibili sinergie tra le funzioni regolatorie proprie dell’ente pubblico e quelle manageriali-finanziarie del soggetto privato”.

L’Avv. Stefano Zani, Direttore Generale di Sogemi SpA ha dichiarato: “ Le risultanze del tavolo di lavoro sono frutto di una costruttiva collaborazione tra enti gestori e operatori  dei mercati agroalimentari  all’ingrosso di una intera Regione, fatto che costituisce un  innovativo precedente a livello nazionale e un “modello” che potrebbe essere mutuato anche in altre Regioni italiane laddove, come in Lombardia,  vigono  ancora normative non più all’altezza di una moderna concezione del commercio all’ingrosso”.

 “Una volta che, come si auspica, le modifiche proposte dai mercati lombardi verranno recepite nell’ordinamento regionale – ha proseguito Zani – esse favoriranno il rilancio delle attività commerciali svolte nei mercati dagli operatori e si tradurranno in una importante valorizzazione del ruolo insostituibile svolto dai mercati all’ingrosso per un corretto e trasparente approvvigionamento di prodotti sicuri alla cittadinanza”.

“Un contributo importante  per la ”qualità” delle proposte di modifica della Legge regionale messe a punto in seno al Tavolo di lavoro – ha concluso  il Direttore Generale di Sogemi – è stato fornito da Ottavio Guala, che desidero ringraziare per la visione d’insieme a livello nazionale apportata al Tavolo e per l’equilibrio adottato nel suggerire soluzioni innovative capaci di svecchiare normative in parte superate”.

Ottavio Guala, Presidente di Fedagro Mercati ha sottolineato come “l’attività svolta dal tavolo di lavoro congiunto promosso dai mercati di Bergamo, Brescia e Milano costituisce un valido esempio di come i grossisti e gli enti gestori dei mercati possono e devono operare insieme per ricercare, anche puntando sull’adozione di nuove regole, una crescita della competitività degli operatori commerciali in un contesto che veda sempre di più i mercati italiani fare sistema tra loro per vincere la concorrenza internazionale”.

Milano, 31 luglio 2012

Lascia un commento

This template supports the sidebar's widgets. Add one or use Full Width layout.