Ortomercato: continua la lotta contro ogni tipo di irregolarità

Sgomberato dalle Forze dell’Ordine un abusivo insediato da vari anni su un’area prospiciente il mercato e sulla quale Sogemi realizzerà un nuovo e moderno ingresso centralizzato per gli automezzi. 

Il tavolo di lavoro per la sicurezza dell’Ortomercato istituito recentemente tra Prefettura, Sogemi, Assessorato per la Sicurezza, Questura, Guardia di Finanza, Polizia Locale si è tradotto in un  primo significativo risultato con lo sgombero odierno della cosiddetta “Area TIR” sulla quale un abusivo operava da anni e la cui presenza, dal momento che il Comune ha assegnato l’area in questione alla Sogemi, era incompatibile con le esigenze di adeguamento strutturale dei mercati.

L’intervento di sgombero, coordinato dalla Prefettura e dalla Questura, ha visto l’intervento coordinato del Commissariato di Polizia di Stato di Via Mecenate in collaborazione con la Polizia Locale di Piazza  Beccaria.

L’eliminazione del parcheggio abusivo è infatti un pre-requisito necessario per permettere a Sogemi di realizzare un unico ingresso centralizzato al Mercato, che tenga conto della mutata viabilità della zona a seguito dell’apertura del  nuovo svincolo  stradale che permette l’arrivo diretto in mercato  dei Tir dall’uscita Corvetto in via Toffetti.  Ciò permette di decongestionare le strade urbane di Via Vismara dove le notte stazionano centinaia di camion prima di entrare in mercato.

Continua l’opera di controllo della legalità all’interno dei mercatI: Sogemi si è attivata incrementando il personale di vigilanza alle porte per implementare i controlli sulle persone che entrano ed effettuando controlli più incisivi sul personale presente e sulle coperative di facchinaggio che operano nei Mercati :

  • al fine di meglio controllare che tutti i passeggeri delle autovetture abbiano titolo per accedere nel mercato e che non entrino anche persone non autorizzate la Società ha incrementato anche i controlli sugli accessi delle persone e degli automezzi tramite l’adozione alle porte di innovativi rilevatori portatili con lettore ottico delle tessere.
  • Ad oggi, l’utilizzo di tali nuovi strumenti, sugli oltre 6800 controlli effettuati sono state individuate ed è stato proibito l’ingresso a 225 persone che, non disponendo di una tessera di mercato, tentavano comunque di entrare in mercato come passeggeri su automezzi con alla guida utenti regolari.
  • Sogemi continua i controlli sull’attività delle operative di facchinaggio:  dopo l’estromissione di 16 delle 26 cooperative e giova ricordare che tali controlli si sono tradotti recentemente nella sospensione di tre operative  per 15 giorni delle 10 autorizzate, per le quali i funzionari Sogemi avevano rilevato delle anomalie in ordine alla regolarità retributiva e contributiva di alcuni lavoratori.

In data 21 marzo si è tenuto un incontro del Consiglio di Amministrazione di Sogemi con il Prefetto Lombardi finalizzato principalmente ad individuare ulteriori forme di collaborazione attinenti sia la lotta al lavoro nero, sia l’adozione di procedure per l’assegnazione in sicurezza degli appalti sulla falsariga di quanto fatto per l’Expo 2015. Un protocollo è in fase di preparazione.

Luigi Predeval, Presidente di Sogemi, rimarcando la disponibilità e la grande collaborazione che contraddistingue l’operato delle Forze dell’Ordine nei mercati, citando, quale esempio emblematico della loro efficienza, l’intervento tempestivo della Polizia Locale e di  tre pattuglie della Polizia di Stato per sedare una rissa tra extracomunitari scoppiata nella notte tra il 20 e il 21 marzo all’interno dell’Ortomercato e che ha comportato l’intervento di tre ambulanze, ha auspicato un incremento del numero di agenti impiegati nell’espletamento delle attività di controllo sull’area.

Nel corso dell’incontro, Luigi Predeval, aveva segnalato anche la pericolosità e i problemi emersi a seguito di un insediamento abusivo di Rom situato in prossimità del Mercato in Via Bonfadini.

A seguito della denuncia del Presidente di Sogemi le istituzioni preposte si sono attivate e, complice anche due incendi che hanno devastato successivamente il campo nomadi, il problema è stato superato con lo sgombero dell’accampamento abusivo che ospitava circa 250 persone .

Attualmente, l’area è presidiata dalla Forze dell’Ordine per evitare eventuali ri-occupazioni e permettere alla Metropolitana Milanese di riprendere i lavori di costruzione dello svincolo della statale Paullese e del tratto di rete fognaria previsto proprio nel terreno occupato dall’accampamento abusivo.

Nel corso di un successivo incontro in Prefettura avvenuto il 19 aprile 2012, con la presenza dell’Assessore Granelli e del capo della Polizia Municipale Mastrangelo, è stato di fatto istituito  un vero e proprio tavolo per la sicurezza nell’Ortomercato, nell’ambito del quale è stato messo a punto anche l’intervento di sgombero della cosiddetta Area TIR.

Un nuovo Piano di lavoro condiviso tra Assessorato alla Sicurezza, Polizia Locale, Forze dell’Ordine, Prefettura e Sogemi  è in fase di preparazione al fine di mettere sempre più in sicurezza i Mercati per meglio sviluppare il loro potenziale.

Lascia un commento

This template supports the sidebar's widgets. Add one or use Full Width layout.