Sogemi: nel 2011 effettuate oltre 1.400 analisi di laboratorio sui prodotti per assicurare la massima sicurezza alimentare ai consumatori.

(I RISULTATI CONFERMANO CHE I PRODOTTI COMMERCIALIZZATI NEI MERCATI MILANESI SONO SICURI)

(Milano, 4 aprile 2012) Nel corso del 2011 a cura dell’Ufficio Controllo Qualità e Sicurezza Alimentare di Sogemi SpA all’interno del Mercato Ortofrutticolo sono state effettuate oltre 900 analisi, al fine di ottenere un campione significativo, sia temporalmente (con verifiche ripetute nell’arco dell’anno), sia quantitativamente (implementando costantemente il numero di campioni sottoposti ad analisi di laboratorio), con l’obiettivo di verificare l’eventuale presenza di microrganismi patogeni e radioattività.

Le analisi avviate da Sogemi si aggiungono alle altre centinaia effettuate dai singoli grossisti nell’ambito dei rispettivi piani di Autocontrollo a garanzia dei consumatori e di quanti si approvvigionano quotidianamente presso le aziende operanti all’interno del Mercato Ortofrutticolo all’Ingrosso e fanno del mercato milanese una struttura commerciale di eccellenza a livello nazionale per quanto concerne la sicurezza igienico-alimentare.

L’IZS – Istituto Zooprofilattico Sperimentale della Lombardia e dell’Emilia Romagna, in accordo con SO.GE.M.I. SpA, nell’ambito di un piano nazionale di monitoraggio microbiologico, ha effettuato nel corso dell’anno ben 882 analisi sui prodotti ortofrutticoli alla ricerca di 16 differenti microrganismi patogeni.

I prodotti analizzati, forniti da diverse aziende operanti all’interno del Mercato Ortofrutticolo all’Ingrosso, sono stati:

Lattuga, scarola, radicchio, rucola, indivia, insalata iceberg (per i prodotti freschi)
Songino, lattuga, rucola, insalata novella e insalata mista (per i prodotti di IV gamma.)
In nessuno dei campioni analizzati è stata riscontrata presenza di patogeni.

Nel corso del 2011, Sogemi SpA ha promosso anche analisi a campione su numerosi prodotti ortofrutticoli (pomodori, insalata belga e iceberg, spinaci, asparagi, funghi freschi, finocchi, peperoni, mirtilli, rapanelli, rucola, basilico e cetrioli) per verificare l’eventuale presenza di residui radioattivi e di Escherichia Coli, ed i risultati hanno confermato il fatto che i prodotti commercializzati nei mercati milanesi si possono consumare in piena sicurezza.

“I controlli e le analisi di laboratorio promosse dalla Società non si limitano ai soli prodotti ortofrutticoli – ha dichiarato l’avv. Stefano Zani, Direttore Generale di Sogemi – Analoga e, per quanto possibile ancora maggiore attenzione, l’Ente gestore la riserva per assicurare il massimo livello di sicurezza alimentare sugli altri prodotti commercializzati nei mercati Ittico, Avicunicolo e delle Carni e anche i risultati delle circa 500 analisi effettuate nel 2011 in questi tre comparti merceologici hanno confermato la validità dell’opera di formazione, prevenzione e controllo svolta quotidianamente da Sogemi SpA, in accordo con gli operatori dei mercati e con gli Enti di controllo preposti”.

Per ulteriori informazioni: Mario Losi – Responsabile Relazioni Esterne Sogemi SpA – tel. 02.55005314

Lascia un commento