“Dispositivo Aiuto Alimentare” è stato il nome scelto per l’iniziativa solidale promossa dal Comune di Milano (Food Policy) durante l’emergenza sanitaria causata dal COVID-19 e alla quale il Mercato Agroalimentare Milano ha aderito con il sostegno prezioso di AGO (Associazione Grossisti Ortofrutticoli), ACMO (Associazione Commercianti Mercato Ortofrutticolo) e del Consorzio Produttori. Scopo dell’iniziativa era quello di aiutare concretamente le famiglie milanesi in difficoltà e con limitate capacità di spesa, consegnando loro dei “kit” contenenti prodotti agroalimentari freschi. Il progetto ha visto un nutrito gruppo di volontari avvicendarsi ogni giorno per rendere operativa la macchina del “Dispositivo di Aiuto Alimentare” che, durante le 8 settimane di lockdown, non ha mai abbandonato i più bisognosi, realizzando oltre 26.000 kit ortofrutta e distribuendo ben 138 tonnellate totali, con una media di 5 kg per ogni singolo kit, a più di 4900 famiglie.

Numerose sono state le partecipazioni e dimostrazioni di supporto per tutta la durata del progetto: dal Sindaco Sala che ne ha annunciato la partenza nel suo “Buongiorno Milano” allo youtuber Klaus che ne ha raccontato il funzionamento dall’interno, passando poi per i celebri Fedez e Chiara Ferragni che hanno voluto in prima persona consegnare i kit ad alcune famiglie. L’attività si è infine conclusa il 27 maggio dopo una intensa e puntuale attività al servizio della Città.

In questa data, presso l’Hub del Dispositivo allestito all’interno del Mercato Ortofrutticolo di Milano, sono intervenuti: la vicesindaco Anna Scavuzzo, delegata alla Food Policy, Gabriele Rabaiotti, Assessore alle Politiche sociali, il Presidente Sogemi Cesare Ferrero e infine i rappresentati di A.G.O. e A.C.M.O. Unanime la grande soddisfazione per il contributo sociale alla comunità milanese nel momento del bisogno, reso possibile grazie alla generosità di chi ha donato i prodotti agroalimentari ed al cuore dei volontari si è potuto offrire.

Report Finale (2)

I commenti sono disabilitati.