PROCEDURA DI GARA APERTA – APPALTO INTEGRATO - REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL CENTRO COTTURA E MAGAZZINO (“EDIFICIO L4 MI.RI.”) DI MILANO RISTORAZIONE, ALL’INTERNO DEL COMPRENSORIO AGROALIMENTARE DI MILANO. - C.I.G. N. B0AA9708D4

Bando pubblicato il 07 marzo 2024 da Redazione.

PROCEDURA DI GARA APERTA – APPALTO INTEGRATO - REDAZIONE DEL PROGETTO ESECUTIVO ED ESECUZIONE DEI LAVORI DI REALIZZAZIONE DEL CENTRO COTTURA E MAGAZZINO (“EDIFICIO L4 MI.RI.”) DI MILANO RISTORAZIONE, ALL’INTERNO DEL COMPRENSORIO AGROALIMENTARE DI MILANO. - C.I.G. N. B0AA9708D4

DOMANDA N. 10.

In relazione all’art. 10 CONTENUTO DELLA BUSTA B -OFFERTA TECNICA, in particolare al criterio B “Descrizione delle esperienze pregresse”, lo scrivente Consorzio Artigiano chiede di confermare che, ai fini dell’ottenimento del punteggio, può utilizzare un lavoro analogo svolto dal socio esecutore indicato in gara e che tale esperienza venga riferita al Consorzio stesso.

RISPOSTA N. 10.

Si, si conferma.

 

DOMANDA N. 9.

9.1 Con riferimento all’impianto di impianto di illuminazione:

Elaborato: IE05 Layout Impianto di illuminazione – Chiamata disabili Piano terra.

Elaborato: GI04 Relazione di calcolo Impianti elettrici e Speciali

I corpi illuminanti nelle seguenti zone: Cottura; Porzionamento pasti; Preparazione e sigillatura diete sanitarie; Porzionamento e preparazione diete etico religiose, identificati nella legenda come “Streep led lineare su profilo di tipo "C", 3000K - 17W/m - 1.360lm/m” non risultano quantificati nel computo metrico estimativo.

Si chiede di chiarire se sono compresi nell’appalto sia come fornitura sia come posa in opera oppure oggetto di altro appalto.

9.2 Il punto 4 del Bando Integrale di Gara prevede che l’importo della progettazione pari ad € 288.153,37 (€ 277.070,55 per progettazione + € 11.082,82 C.N.P.A.I.A.) sia soggetto ad offerta economica. Il modello 3 “dichiarazione offerta economica” indica che il ribasso % sarà applicato all’importo a base d’asta di € 9.783.073,07, al netto di IVA, oneri sicurezza, manodopera e C.N.P.A.I.A.

Si prega di chiarire se l’importo a base d’asta a cui applicare il ribasso %, sia € 9.783.073,07 (come indicato nel modulo di offerta) oppure sia l’importo di € 9.771.990,25 derivante dall’importo complessivo della commessa al netto di IVA, oneri di sicurezza, manodopera e C.N.P.A.I.A.

RISPOSTA N. 9.

9.1 Le strip led in oggetto non sono presenti nel computo metrico in quanto queste sono integrate nel controsoffitto filtrante.

9.2 Si conferma quanto indicato al paragrafo n. 11 del Bando integrale di Gara, ovverosia che il ribasso unico percentuale va offerto sull’importo a base d’asta pari ad Euro 9.783.073,07, oltre I.V.A., oneri per la sicurezza, manodopera e C.N.P.A.I.A. per la sola quota di Progettazione.

 

DOMANDA N. 8.

All’interno del documento Bando integrale di Gara - C.I.G. N. B0AA9708D4, pagina 2, si specifica che la commessa avrà una durata complessiva di 396 giorni consecutivi a partire dall'inizio dei lavori, come indicato nel cronoprogramma all'interno della documentazione progettuale. Inoltre, vengono fornite delle scadenze intermedie vincolanti da rispettare, come specificato nel quesito:

La consegna del Progetto Esecutivo deve avvenire entro 60 giorni consecutivi dall'ordine di servizio emesso dal Responsabile Unico del Procedimento (R.U.P.).

La consegna del Magazzino e del Centro Cottura (situato al Piano Terra) per gli allestimenti di Milano Ristorazione deve avvenire entro 273 giorni consecutivi dalla consegna effettiva dei lavori.

Tuttavia, il documento 23.123-miri-pro-ar-def-ga17_01-cronoprogramma riporta una durata complessiva di 422 giorni dalla consegna delle aree, corrispondenti a 61 settimane. Si richiede quindi di specificare se:

La durata complessiva di 396 giorni è destinata unicamente alla fase di realizzazione dei lavori a partire dalla consegna delle aree.

La durata complessiva di 396 giorni comprende anche i 60 giorni per la progettazione, riducendo di conseguenza il tempo disponibile per l'esecuzione dei lavori a 336 giorni.

Chiediamo cortesemente un chiarimento in merito per poter proporre una revisione del cronoprogramma coerente con le tempistiche stabilite.

RISPOSTA N. 8.

Si conferma che la durata complessiva dell’appalto è pari a 396 giorni naturali e consecutivi, dei quali n. 60 per la progettazione esecutiva e n. 336 per l’esecuzione dei lavori. Per un mero errore materiale è stato allegato un cronoprogramma errato all’interno della documentazione progettuale. Di seguito l’allegato contenente il cronoprogramma corretto.

23.123-MIRI-PRO-AR-DEF-GA17_02-CRONOPROGRAMMA

DOMANDA N. 7.

Nel disciplinare di gara è richiesta la presenza di un geologo e di un esperto in prevenzione incendi, ma nel calcolo della parcella non sono previste le prestazioni e gli onorari.

Potete aiutarci?

RISPOSTA N. 7.

Vedi risposta n. 5.

 

DOMANDA N. 6.

Nella documentazione di gara in riferimento agli impianti meccanici è previsto un circuito di condensazione a servizio dei gruppi frigoriferi. Nella relazione tecnico specialistica impianti meccanici al paragrafo 4.3 si indica “La temperatura dell’acqua è compresa tra 16°C e 18°C per tutta la stagione.”. Si chiede alla S.A. di chiarire se la rete di distribuzione sia attiva per tutto l’anno, oppure se sia attiva solo nella stagione estiva.

RISPOSTA N. 6.

La rete di distribuzione sarà attiva per tutto l’anno.

 

DOMANDA N. 5.

Siamo a chiedervi se le attività di progettazione riferite alla geologia e all’antincendio siano onere della stazione appaltante in quanto escluse dal calcolo della parcella dei professionisti.

RISPOSTA N. 5.

No, non sono un onere in capo alla Stazione Appaltante, ma sono ricomprese nell’importo di Gara. Per un mero errore materiale non sono state incluse nel calcolo della parcella. Si invitano quindi i Concorrenti a tenerne conto nella formulazione dell’offerta.

 

DOMANDA N. 4.

4.1 La presente per richiedere chiarimenti sul punto F dell'art. 5 del bando "requisiti di carattere speciale di capacità economico-finanziaria e tecnico professionale" e nello specifico:

Quale sia la documentazione da voi richiesta a riprova dell'avvenuto espletamento di servizi di ingegneria e di architettura (sia per lavori pari a 1.5 volte l'importo sia per i due servizi di punta per ognuna delle classi e categorie).

4.2 Se devono essere indicati esclusivamente servizi di ingegneria e di architettura di progettazione ESECUTIVA o se sono valevoli anche altre tipologie di progettazione (Preliminare e Definitiva).

RISPOSTA N. 4.

4.1 In fase di Gara non è richiesta alcuna documentazione a comprova del possesso dei requisiti, ma esclusivamente la dichiarazione del relativo possesso; la comprova potrà essere richiesta successivamente dalla Stazione Appaltante e dovrà essere soddisfatta tramite idonea documentazione, come ad esempio i certificati di regolare esecuzione delle Committenze da cui si evincano oggetti, importi, classi, categorie ecc.

4.2 Sono valevoli anche altre tipologie di servizi di ingegneria ed architettura.

 

DOMANDA N. 3.

Si richiede se per le categorie OS6 e OS7 è ammessa l’equivalenza con la categoria OG1.

RISPOSTA N. 3.

No, non è ammessa.

 

DOMANDA N. 2.

Si chiede conferma che il solaio intermedio, riportato nelle tavole strutturali S05 S07, potrà essere realizzato con tegoli binervati a doppio T?

RISPOSTA N. 2.

Il solaio rappresentato nella tavola S07 si tratta di un mero refuso materiale. Il solaio intermedio richiesto è un solaio con intradosso piano (come rappresentato nella tavola A13) senza quindi elementi verticali che possano creare depositi di fumo in caso di incendio.

 

DOMANDA N. 1.

Con riferimento alla previsione di cui all’art. 5, pag. 4 del Disciplinare - che prevede: “in caso di partecipazione alla presente procedura sotto forma di R.T.I. orizzontale o Consorzio ordinario, di cui alle lettere e) ed f) dell’art. 65, del Codice, la Mandataria dovrà possedere i requisiti in misura prevalente rispetto alle Mandanti e/o Consorziate, in conformità al mandato con rappresentanza che sarà conferito. In caso di R.T.I. verticale la Mandataria dovrà essere qualificata per la Categoria prevalente” - si chiede di confermare che, in caso di R.T.I. costituendo, l’operatore economico designato mandatario, in possesso di tutti i requisiti di qualificazione in misura maggioritaria, sia per la categoria prevalente sia per tutte le altre categorie indicate dal Bando, possa indicare una quota di esecuzione maggioritaria per l’intero importo dei lavori, ma minoritaria sulla prevalente, con conseguente assunzione maggioritaria della esecuzione dei lavori nella OG11 da parte di una mandante.

RISPOSTA N. 1.

Si, si conferma tale ipotesi prospettata in caso di R.T.I. orizzontale, fermo restando ovviamente il possesso dei requisiti della Mandante per la quota parte di prevalente che assumerà.

 

 

Bando Integrale di Gara - C.I.G. N. B0AA9708D4

Allegato A

Modello 1 - Domanda di partecipazione

Modello 2 - Dichiarazione dell'Impresa ausiliaria

Modello 3 - Dichiarazione di offerta economica

Patto d'Integrità

Schema di Contratto

 

Progetto Definitivo Validato

 

 

Allegati

application/pdf Bando Integrale di Gara - C.I.G. N. B0AA9708D4..pdf application/pdf Allegato A..pdf application/pdf Modello 1 - Domanda di partecipazione.pdf application/pdf Modello 2 - Dichiarazione dell'Impresa ausiliaria.pdf application/pdf Modello 3 - Dichiarazione di offerta economica.pdf application/pdf Patto d'Integrità..pdf application/pdf Schema di Contratto.pdf